Altri pezzi di storia: i trulli e gli antichi mestieri in bici

Anche quest’anno Alberobello ha incantato con la sua bellezza, così come le bici del museo di San Giorgio Ionico, testimonianze di mestieri antichi.

MARUGGIO – Oggi è stata una lunga giornata, iniziata con la visita ai trulli di Alberobello. Per alcune concorrenti sembrava essere un nome impossibile da pronunciare ma, dopo essere rimaste incantate dai tetti a cono e dai colori dei vicoli, non lo dimenticheranno più. Per il team di Giusy e Giuseppe è anche stato difficile rispettare la tabella di marcia perché la “caccia al souvenir” era quasi incontrollabile.

Il pranzo è stato servito dal team del Victoria Bakery, inaugurato da Denis e Annalisa appena cinque mesi fa. Al buffet con le specialità locali si è aggiunta una succulenta cheese cake che è sparita in meno di un minuto.

Mezz’ora più tardi il gruppo è arrivato al Museo degli antichi mestieri in bicicletta di San Giorgio Ionico dove il sindaco, Mino Fabbiano, l’assessore alla Cultura, Luciano Cinieri, e Pasquale Tripiedi, alla cui passione si deve l’incredibile raccolta di cimeli del secolo scorso, hanno dato il loro benvenuto alle Ambasciatrici del Progresso.

Share Button